Category

Press Area

ALYT, Press Area, Smart Home

Eurotech’s M2M Software and Services are Leveraged by ALYT to Bring the Internet of Things into Homes

Logo

Amaro (Italy) – June 17, 2014 – Eurotech, a leading supplier of embedded technologies, products and systems, announced its cooperation with ALYT (www.alyt.com) for the integration of ALYT SmartHome Manager, a multiconnected, Android-based security and home automation wireless gateway, with the Eurotech Everyware Cloud platform.

ALYT founders have a long history and deep experience in security systems and building automation. CEO Luca Capula and his team have identified the opportunity to bring the technology used in high-end security to our homes and offices. “The result of our work is ALYT: a product that integrates state-of-the-art professional security, the latest functionality in home automation and the endless opportunities of the Internet of Things,” Capula said.

The cooperation between Eurotech and ALYT will include porting of the recently released Kura open-source OSGi-based Application Framework to the ALYT gateway. This integration will allow the ALYT home and small business owners and the application developers to take advantage of a robust and open IoT platform, the Everyware Cloud M2M Integration Platform, when sharing information with the cloud.

Robert Andres, CMO of Eurotech, commented: “It is great to see our IoT/M2M products and technologies enabling companies like ALYT to create true customer value in applications and services in fast and efficient ways. Eurotech encapsulates the complexity associated with distributed devices, not only reducing time-to-market dramatically, but also minimizing the Total Cost of Ownership of deploying and operating the remote devices. With ALYT, a company focusing on home automation and security solutions, is now leveraging our software solutions from our device application framework to our M2M integration platform for application enablement.”

“Our Android-based security and home automation solution is constantly growing in functionality and provided services,” added Luca Capula, CEO of ALYT. “This is where the IoT building blocks that Eurotech offers add tremendous value in providing an M2M optimized integrated software stack that provides the necessary device, application and data management services to integrate with a growing number of applications to deliver security and home automation services to our customers.”

Meet representatives from Eurotech and ALYT at IoT World in Palo Alto, CA, on June 17 and 18 to find out more about this home security and automation application through the Internet of Things.

About ALYT
ALYT is a first and revolutionary Android-based Smart Home Manager that combines professional security, energy management, together with multiple applications and devices to bring Internet of Things (IoT) to a reality and into our homes. ALYT enables life to our homes communicating with all sort of Smart Home devices and appliances. Security dedicated sensors are connected through a dedicated RF protocol, which positions ALYT among the most unbreakable systems in the security market. ALYT is a wireless DIY kit which can be managed by any smartphone or tablet and can be installed in a matter of minutes.

ALYT, Press Area

ALYT. Il futuro a casa nostra

Schermata 2014-05-23 a 10.10.30

http://www.lacritica.org/slide/alyt-il-futuro-a-casa-nostra/

Abbiamo già parlato di Alyt diffusamente affrontando il tema del crowdfunding, ma non abbiamo però spiegato sino in fondo di che prodotto si tratti. Oggi ci proponiamo di spiegarlo ed approfondire.

Alyt di Lyt Inc. è un hub per gestire intelligentemente la propria casa e che, come afferma uno dei fondatori della società, il già più volte citato, Bretto,  “condensa il meglio della sicurezza professionale con standard di domotica avanzata”.

Siamo di fronte  ad un prodotto che usa quella che alcuni definiscono “Internet 3.0″, ossia l’internet delle cose (Internet of things), intendendo che ormai si può accedere a questo strumento senza che sia necessario utilizzare un computer, un tablet o uno smartphone.  Ormai, infatti, sono gli oggetti, come per esempio un sensore, che possono accedere alla Rete e colloquiare direttamente tra loro. Alyt sfrutta questo per espletare tutta una serie di funzioni, ma prima vediamo come  è fatto.

Si basa su una architettura che sfrutta la piattaforma “Open Source” di Android, il che significherà anche che in un prossimo futuro sviluppatori terzi potranno creare delle “App” per far fare a Alyt, magari in abbinamento a nuovi accessori, cose che ora non è in grado di eseguire. Quindi agli utilizzatori di questo hub, basterà scaricare una “App” per attivare nuove funzioni.  Di base, per il momento, si occuperà di sicurezza agendo come un sofisticato antifurto professionale,  oltre a gestire tutti quegli elettrodomestici di ultima generazione dotati di intelligenza ed interfacciarsi con tutta una serie si sensori tramite trasmissione all’infrarosso.

Il tutto, poi sarà semplicemente gestibile attraverso uno smartphone o un tablet basato su “Android” o iOS. Quindi si potrebbe definire Alyt come kit wireless “fai da te”. (Per gli Americani, appassionati di acronimi, D.I.Y, ovvero Do It Yourself). Per far ciò, questo nuovo prodotto, sarà dotato di tutta una serie di protocolli ed interfacce di comunicazione.

Sono infatti previsti un modulo cellulare per comunicare  a distanza con la rete dati secondo gli standard 3G/UMTS/WCDMA(21Mbps)/HSDPA/HSUPA/GPRS/EDGE,  ha un robusto protocollo di comunicazione wireless (868MHz) sviluppato da Lyt Inc. , è dotato di WiFi 802.11 b/g/n oltre che di Bluetooth 2.1/3/4.0 LE (L.E. sta per “low energy” in quanto consuma molto poco),  usa i protocolli Z-Wave e ZigBee per comunicare con sensori e altre apparecchiature dedicate alla domotica, usa gli infrarossi per connettersi per esempio alle Smart TV, infine ha una interfaccia Micro USB ed una NFC (Near Field Communication per colloquiare in prossimità con altre apparecchiature).
La CPU è una  Dual-core ARM Cortex-A7@1.2GHz, ha una memoria FLASH Memory – 4G Byte RAM Memory – 512M Byte, una Micro USB Card, microfono. altoparlante, batteria di back-up.

Tra le peculiarità di questo prodotto c’è anche il fatto che è in grado di auto-apprendere e quindi modificare le proprie azioni nel tempo in base alle nuove informazioni imparate. Il tutto, come dice Bretto, per “asservire la tecnologia in toto all’uomo e non rendere l’uomo schiavo di essa”. facendo un esempio pratico delle capacità del sistema, porta anche ad esempio il fatto che si può attualmente “irrigare il giardino, e se piove, con il sensore sul tetto puoi interrompere o non irrigare” ma Alyt interrogherà il meteo e deciderà se irrigare..

Un altro esempio delle potenzialità di Alyt  è che dialogando con il frigorifero, naturalmente se dotato di questa funzione, potrà suggerire ricette in base a cosa si ha nel frigo. Nel campo del risparmio energetico, per esempio, con i sensori di presenza sarà possibile disattivare tutti gli apparecchi nei vari ambienti di casa che non sono utilizzati.

Come detto, ALYT è stato pensato in modo che apprenda le abitudini, quindi potrebbe gestire il riscaldamento o la climatizzazione a seconda di come la casa viene usata, incrociando molte informazioni dal meteo alla presenza in casa, in modo da ottimizzare tutti i consumi e soprattutto può dire in ogni momento quanto ti costa in termini energetici la casa o l’ufficio. Un apparecchio, infine, può gestire fino a 256 device/sensori.

Ci sembra insomma un bel salto nel futuro e speriamo presto di averne uno per le mani per poterlo provare e riferirvi. Per la cronaca, ora il crowdfunding è arrivato al 73% del budget previsto. Pensiamo che ormai sia a portata di mano una felice conclusione della raccolta fondi.

ALYT, Press Area

ALYT, la casa “smart” made in Italy: un hub per i dispositivi connessi

ALYT è uno smart home manager, ed è un’invenzione italiana. Diventerà un prodotto commerciale in autunno, per il momento è un progetto Indiegogo che sta per concludere la sua campagna di finanziamento. E l’idea di LYT (Link your things), la startup dietro ALYT, è quella di connettere tutti i dispositivi smart dell’abitare contemporaneo, dai termostati Nest all’illuminazione Hue ad esempio, e controllarli attraverso un unico hub, il dispositivo ALYT vero e proprio, gestibile da smartphone, tablet e web app. ALYT è basato su Android e come il termostato di Google, “apprende” come comportarsi dall’utilizzo che ne fa l’utente. Dicono gli ideatori: “E’ in grado di proteggere abitazioni ed uffici, con la gestione avanzata di apparecchiature domestiche, il controllo della climatizzazione, con vantaggi in termini di risparmio sui consumi”.  Ma come funziona la sicurezza?: “La gestione dei sensori di sicurezza avviene attraverso un protocollo radio dedicato che  in aggiunta alla batteria d’emergenza e alla comunicazione cellulare 3g, pongono ALYT all’altezza di analoghi sistemi di allarme professionali”, comunicano dall’azienda. Il dispositivo utilizza i protocolli classici della domotica, Z-Wave, Zigbee, Bluetooth 4.0, WiFi, IR. “Ci piacerebbe seguire l’esempio di Adriano Olivetti che con il suo genio e il suo spirito imprenditoriale ha portato innovazione vera nel mondo della tecnologia”, dichiarano da LYT, cuore italiano ma team di sviluppo internazionale. E il prodotto potenzialmente può fare gola a molti Big Player della Silicon Valley.

http://www.repubblica.it/tecnologia/2014/05/22/foto/aylt_la_casa_smart_made_in_italy_un_hub_per_i_dispositivi_connessi-86862734/1/#1

Schermata 2014-05-23 a 10.10.20